Motogiro 04-07-2012, passando per il Rolle fino al Pordoi

Home Forum …::REPORT::… Motogiro 04-07-2012, passando per il Rolle fino al Pordoi

  • Il topic è vuoto.
Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 33 totali)
  • Autore
    Post
  • #7667
    AdrianoAdriano
    Partecipante

    Oggi mi sono preso il primo giorno di ferie infrasettimanale della mia vita… 😯
    Per lo meno da quando sono in proprio…
    E mi sono fatto un bel giretto con la mia zavorrina ed il cuginetto Jacopo…

    Intanto vi do un “assaggio” del giro, a domani per il report!!! 😆

    Life is a journey, not a destination !

    #74440
    tiztiz
    Partecipante

    @Adriano wrote:

    Oggi mi sono preso il primo giorno di ferie infrasettimanale della mia vita… 😯
    Per lo meno da quando sono in proprio…
    E mi sono fatto un bel giretto con la mia zavorrina ed il cuginetto Jacopo…

    Intanto vi do un “assaggio” del giro, a domani per il report!!! 😆

    Polenta e capriolo ? 😆

    #74441
    robertogen
    Moderatore

    il piatto vuoto? puoi essere ovunque,anche a casa! spiega racconta facci sognare!!!

    Rugby is a game played by men with odd shaped balls

    #74442
    MOTOTURISTA
    Membro

    Piu’ che darci un assaggio, ci fa morire di fame ,visto che si è mangiato tutto

    #74443
    AdrianoAdriano
    Partecipante

    La polenta c’ era… ma il capriolo no!!! 😯

    Abbiate pazienza… questa sera pubblico… 🙂

    Life is a journey, not a destination !

    #74444
    tiztiz
    Partecipante

    @Adriano wrote:

    La polenta c’ era… ma il capriolo no!!! 😯

    Abbiate pazienza… questa sera pubblico… 🙂

    allora erano funghi …….oppure formaggio cotto….. 😆

    #74445
    AdrianoAdriano
    Partecipante

    Cominciamo…

    Stavolta niente levataccia, partenza prevista per le 8:00… che diventano 8:30 per colpa mia che dimentico a casa sempre qualcosa! 👿
    I compagni di viaggio sono la mia zavorrina e la Bull ed il cuginetto Jacopo con la sua FZ6.

    Visto le esperienze degli ultimi giri e viste le previsioni meteo, parto con la convinzione che sarà una giornata torrida… per cui indosso solo una maglietta tecnica traspirante, il giubbo estivo e per i guanti decido di lasciare a casa i guanti di pelle dell’ Alpnestars ed utilizzare i guanti estivi in tessuto che uso per andare a lavoro… forte anche dell’ esperienza decido di lasciare a casa anche l’ anti-aria e l’ anti-pioggia…

    La Cate non si fida della sorte e mette comunque entrembe in zaino!!!

    Dopo aver fatto rifornimento vicino a casa partiamo e per il consueto tragitto imbocchiamo la Valsugana e facciamo tappa per colazione al famoso quanto ormai ex bar “dee tettone”

    Cappuccio, brioche e si parte, destinazione S. Martino di Castrozza !

    Life is a journey, not a destination !

    #74446
    AdrianoAdriano
    Partecipante

    Prima di partire un camionista, fermatosi anch’ esso per fare colazzione e gratificarsi la vista con lezinne della barista, ci avverte che al chilometro 90 nella nostra direzione c’ è un posto di blocco dei Carabinieri, “che sono motociclista anch’ io” ci dice, augurandoci buon giro ed invidiandoci non poco…

    Oggi traffico zero, solo qualche camion e qualche moto che fa la nostra strada…

    Accidenti, lo svincolo di Arsiè direzione Feltre è chiuso per lavori di asfaltatura… proseguiamo fino all’ usscita di Primolano, prendiamo direzione Asiago e subito rientriamo in Valsugana e la percorriamo a ritroso fino allo svincolo di Arsié come da indicazioni stradali per la deviazione…

    Passiamo lungo il Lago di Arsié… wow, mai visto così carico d’ acqua!!! Gli alberi sulle rive spuntano dall’ acqua solo con i rami più alti… 😯

    Prima di Feltre prendiamo per Lamon, Val Schener… anche qui il lago è stra-carico… buon segno per il proseguo dell’ estate!

    Avanti! Passiamo la valle primierotta… Imer, Mezzano, Fiera di Primiero e finalmente cominciamo a salire per S. Martino di Castrozza… e comincio anche a maledire lamia sicurezza sul meteo… le nuvole sono bianche ma coprono per bene il sole, le mani mi si congelano e comincio a sentire lo stomaco che si raffredda…

    Saliamo, la strada è un ottimo riscaldamento per ciò che ci aspetterà nel resto della giornata, è un susseguirsi di sali-scendi, di curve toruose e di tornanti non banali… certo che l’ idea di portare la pressione dell’ anteriore da 2,4 a 2,3 e del posteriore da 2,5 a 2,6 sembra davvero buona, avverto che la moto reagisce più velocemente ai cambi di direzione, anche la zavorrina mi segue senza problemi… merito del cerotto contro il mal d’ auto che oggi ha provato a mettere? 😯

    A metà strada non vedo più Jacopo negli specchietti… rallento… rallento… mi preoccupo per quel SUV che abbiamo incrociato e che scendeva tagliando le curve facendo fischiare le ruote… ah no, ecco Jacopo spuntare e mi fa un lampeggio… sta solo procedendo piano…

    Arriviamo a S. Martino semi-congelati e Jacopo fa “Non vengo più in montagna!!! Ho il terrore delle strade a strapiombo!!!”…
    Abbiamo bisogno di scaldarci con un buon caffè, entriamo al bar Sky ed il barista ci guarda e ci fa “Beh… apriamo alle 11:00 ma se proprio non potete aspettare… avanti!” 😯
    Alla faccia della località turistica rinomata!!! In giro non c’ è anima viva, solo qualche vecchietto seduto sulle panchine a leggere il giornale…

    Caffè, pausa pipì, foto e di nuovo in sella!

    Life is a journey, not a destination !

    #74447
    AdrianoAdriano
    Partecipante

    Saliamo per il mitico Passo Rolle (1970 metri), questa strada non smetterà mai di entusiasmarmi… sarà che rappresenta la via d’ ingresso alle “montagne vere”, sarà che sembra disegnata da un motociclista, ma il suo entrare ed uscire dal bosco, i tornanti con visibilità quasi perfetta e soprattutto la nuova confidenza che oggi la Bull mi offre devo dire che oggi me la sono goduta a salire di qui… tanto che Jacopo è rimasto indietro… arrivati in cima mi confessa che si “ca*a addosso ad ogni curva”, non essendo abituato alle strade di montagna come queste!
    E pensare che avevo in mente di fare il Manghen oggi… ma mi supplica di non farlo, per cui foto di rito (compreso elicottero dell’ elisoccorso che decolla sopra le nostre teste) e proseguiamo per il Passo Valles.

    Life is a journey, not a destination !

    #74448
    AdrianoAdriano
    Partecipante

    ……….

    Life is a journey, not a destination !

    #74449
    AdrianoAdriano
    Partecipante

    Dal Rolle scendiamo verso Paneveggio e prendiamo lo svincolo per il Valles… ca**o se fa freddo!!! Per fortuna che la Cate ha messo in zaino l’ anti-aria, me lo metto con molto sollievo 😈

    La salita per il Valles non ha nulla di impegnativo, ma è molto suggestiva perchè segue il percorso di un torrente che oggi è bello inca**ato e spettacolare! Le uniche difficoltà consistono nello schivare con abilità le “boasse” lasciate dalle mucche al pascolo libere, che non disdegnano nemmeno di attraversare la strada e/o fermarsi nel mentre… facendomi stampare facce da panico un paio di volte!!! 😯 😆

    Subito prima di arrivare in cima mi fermo davanti alla Malga Vallazza, sono le 11:50… analizzando la situazione “fame” valutiamo che potrebbe anche essere una buona idea fermarci e cogliere l’ occasione che il piazzale è vuoto… di sicuro di li a poco si sarebbe riempito di auto e moto, senza contare poi che per un bel po’ di strada non ci sarà un posto valido per mangiare…

    Al pascolo intorno alla malga ci sono mucche, cavalli e pecore… 😯
    Si, pecore… nere! Mai visto delle pecore arrampicarsi sulle rocce, ma tant’ è!

    Parcheggio la bull di fianco al carro bestiami ed entriamo… i tavoli fuori sono in battuta al sole, ma ci sono dei nuvoloni minacciosi che si avvicinano velocemente!

    Life is a journey, not a destination !

    #74450
    AdrianoAdriano
    Partecipante

    ……….

    Life is a journey, not a destination !

    #74451
    AdrianoAdriano
    Partecipante

    ……….

    Life is a journey, not a destination !

    #74452
    AdrianoAdriano
    Partecipante

    Ma veniamo a ciò che state aspettando!!! 😆

    Oggi stiamo leggeri… Ordianiamo Canederli ai formaggi di malga con burro furo… purtroppo del primo canederlo in foto si nota solo un piccolo boccone… ho dovuto sacrificarlo per capire se continuare il report o meno!!! 😆

    Life is a journey, not a destination !

    #74453
    AdrianoAdriano
    Partecipante

    Canederli promossi!!!

    Formaggi strepitosi, c’ è anche il Puzzone di Moena dentro e si sente eccome! Forse c’ è un po’ troppa cipolla nell’ impasto per i miei gusti, ma si tratta di sfumature locali… ottimi!

    Poi ordiniamo il “Piatto Malga”: polenta, tosela (è un formaggio fresco fatto con latte intero e cotto velocemente alla piastra), funghi misti, luganega (salsiccia) trentina, musetto (cotechino) ed agnello.
    Che dire… piatto diverso dal solito che si trova in queste malghe… intanto la tosela qui la fanno un po’ diversa da come usano nel premierotto dove è generalmente “plasticosa” e molto pesante ancorché gustosa… qui invece sembra addirittura “leggera” (se così di può definire) molto gustosa ma al contempo delicata e per niente “plasticosa”… i funghi sembrabo appena colti, e con ogni probabilità lo sono! La salsiccia sembra un wusterl fatto in cas quasi, pasta finissima e non esageratamente salata… il musetto è in verità un mini-musetto mono-porzione e bi-boccone… solitamente non è una pietanza a me gradita, ma oggi si fa mangiare più che volentieri! La sorpresa invece è l’ agnello… qui si è soliti trovare capriolo e magari cervo, può anche capitare che qualche stambecco caschi per caso nella pignatta… ma agnello non mi è mai capitato!!! Si spiegano le pecore nere al pascolo abbarbicate sugli spuntoni di roccia viste prima…

    Life is a journey, not a destination !

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 33 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.