Un un week-end improvvisato

Home Forum …::REPORT::… Un un week-end improvvisato

Stai visualizzando 13 post - dal 1 a 13 (di 13 totali)
  • Autore
    Post
  • #186973
    Adriano
    Moderatore

    Era da diverso tempo che, quando si aveva l’occasione di incontrarsi, che con Fernando ci si deceva di organizzare un week-end in Toscana, in una zona che fosse più o meno equidistante da entrambi… e sembrava, nei nostri discorsi, che fosse fatto apposta che l’Antica Macelleria Cecchini a Panzano in Chianti distasse esattamente 3 ore e mezza di (auto)strada da entrmabi.

    Al raduno 2019 di eravamo detti di organizzarci per la priavera 2020, ma sapete tutti com’è andata…

    Poi il 2021 è saltato come proposito…

    Al raduno 2022, a Pordenone, ci eravamo salutati mettendo come obiettivo di organizzarci per ottobre. Purtroppo impegni vari ci hanno reso impossibile la cosa.

     

    Poi… qualche settimana fa viene fuori che Marvil doveva far visita al figlio, che vive a Firenze, l’ultima settimana di novembre, ma l’unico volo che riusciva a trovare era per Roma il 24 novembre per poi procedere per Firenze in treno.

    Roma… ovviamente parte un messaggio per avvisare Fernando che se aveva qualche ora libera avrebbero potuto salutarsi… l’altro risponde che Marvil potrebbe fermarsi una notte per fare una capatina tra le bellezze di Roma… e che ovviamente Fernando si offriva di ospitarlo, insieme alla compagna Enza, a casa sua…

    E poi… ma sai che c’è? Ti accompagnamo noi (Fernando e Valeria) a Firenze venerdì pomeriggio così prendiamo l’occasione per visitare i posti in cui Fernando ha trascorso una parte della sua vita nel paese dei nonni, ai piedi del Monte Amiata…

    E poi da li una valangata di idee…

    Ma perchè non passiamo una notte in Toscana?

    Magari con Marvil ed Enza? Li accompagnamo a Firenze sabato…

    Magari a Panzano in Chianti?

    E perchè non sentiamo Adriano e la Cate con cui avevamo da anni quel programmino? Così invece di fare una notte ne facciamo due?

    Cavolo… e chi se la fa scappare ‘sta occasione?

    Si! Ovvio che ci stiamo!

    Così poi tornando a casa accompagnamo noi Marvil ed Enza a Firenze, così Fernando e Valeria possono ultimare il viaggio con una visita al paese dei nonni di Fernando.

    E non vuoi avvisare tutto il gruppo? Magari a qualcuno potrebbe piacere l’idea di aggregarsi… ma cavolo… il tempo per organizzare è poco, il rischio che qualcuno dica “si ma se fate la settimana dopo vengo anch’io” o cose del genere… impossibile cambiare data… per cui vorremmo proporre a tutti una sorta di “pacchetto” del tipo “prendere o lasciare”.

    Prima indaghiamo se c’è disponibilità di camere in zona per poter gestire almeno altre 2-3 coppie che vogliano aggiungersi.

    Facciamo una veloce scansione delle strutture in zona a Panzano. Le camere disponibili con così breve preavviso sono poche, sparpagliate in varie strutture anche distanti e costato tutte una fucilata. Perfino un tugurio di miniappartamento con un letto matrimoniale ed uno a castello in camera, un divano letto in cucina ed bagno comunicante direttamente con la cucina, senza porta (ma solo con una tendina) ristrutturato negli anno ’60… in centro a Panzano costava quasi 150,00 euro a coppia… a notte…

    Allargando la ricerca sono riuscito a scovare un posticino che poi si è rivelato una vera chicca…

    A Poggibonsi, nella periferia, sul cucuzzolo di una collina ricoperta di vigneti e di ulivi abbiamo trovato un’oasi di tranquillità e di bellezza, l’Hotel Villa San Giorgio

     

    Hotel Villa San Giorgio

     

    Hanno disponibile due camere “Economy” ed una “Standard”, uguali per configuraione ma diverse per affaccio del balcone. Le prime hanno vista sulla corte della struttra, le seconde si affacciano sulla splendida vallata.

    Meno di 100,00 euro per le Economy ed una quindicina di euro in più per la Standard… a camera… per due notti!!!

    Si, sarà anche bassa stagione… si, sarà fuori dal centro (che per me è un plus), ma ho chiesto e richiesto più volte conferma perchè temevo un errore. E fino all’ultimo ho temuto una brutta sorpresa al nostro arrivo.

    Venerdì 25 io e la Cate partiamo presto, purtroppo in auto, e non vogliamo fare autostrada (ci aspetteranno più di 5 ore di viaggio), quindi puntiamo verso Bologna passando per la bassa padovana, per le campagne di Rovigo e Ferrara. Aggiriamo il capoluogo emiliano e ci inerpichiamo sugli appenini per raggiungere il Passo della Raticosa.

    E’ ora di pranzo per cui facciamo sosta qui allo chalet…

     

     

    Life is a journey, not a destination !

    #186974
    Adriano
    Moderatore

    Che mangiata… una tagliata divina! Cavolo… non siamo ancora in Toscana, ma la differenza della qualità della carne già qui è assurda…

    Riprendiamo la strada e percorriamo il Passo della Futa.

    Per la cronaca… il ristorante del Passo della Futa è chiuso con il cartello “Vendesi” appeso…

    Maps ci conduce giù per il Lago del Bilancino e poi decide, disgraziatamente, di farci passare per il centro di Firenze… per un qualche ca**o di motivo pensa che infilarci in un ingorgo infernale di traffico sia una buona idea per farci risparmiare tempo… 😡

    Ci mettiami un’oretta a passare la città… poi via libera!

    Imbocchiamo il raccordo autostradale ed usciamo a Poggibonsi, seguiamo le indicazioni per l’Hotel un po’ dubbiosi… Poggibonsi è una moderna cittadina, con strade, tangenziali, palazzi.. comè possibile che qui ci sia ciò che vedevamo in foto sul sito dell’Hotel?

    Ed invece… saliamo per una stradina stretta stretta, su per il crinale si una collina, come detto foderata di ulivi e vigneti, che ci allontana sempre più dal trmabusto, e dalla vista, della “civiltà”… finchè arrivati in cima scorgiamo il cancello dell’hotel. Parcheggiamo tra gli ulivi, facciamo il check-in e poi saliamo in camera. Non vediamo l’ora di spalancare la finestra !

    Life is a journey, not a destination !

    #186975
    Adriano
    Moderatore

    Ogni timore sulla struttura è svanito…

    Il posto è spettacolare, la struttura è bellissima, le camere piccole ma comode e pulite.

    Peccato solo per la piscina… che avevano tenuto aperto fino alla domenica prima per via del clima ancora torrido.

    Noi siamo arrivati con la pioggia… 🙄

    Di li a poco arricano anche gli altri… giù le valige, bai, abracci e poi aperitivo !

    A base di Chianti ovviamente 😬

    Life is a journey, not a destination !

    • Questa risposta è stata modificata 2 mesi fa da Adriano.
    #186976
    Adriano
    Moderatore

    Per cena abbiamo approfittato, per comodità, del ristorante dell’hotel che da quello che si leggeva in giro… e da quello che poi abbiamo potuto appurare, è davvero di gran livello…

    Antipasti con salumi e formaggi della zona, pici all’aglione e poi ci siamo divisi una fiorentina di chianina… il tutto annaffiato da un Chianti riserva del 2016 che definirlo superlativo era sminurlo !

     

    Life is a journey, not a destination !

    • Questa risposta è stata modificata 2 mesi fa da Adriano.
    #186977
    Adriano
    Moderatore

    La mattina seguente facciamo una passeggiata a San Gimignano.

    Il sole che splendeva mentre facevamo colazione e che ci ha accompagnato lungo la strada, si è nascosto dietro le nuvele ed ha lasciato posto ad un vento gelido appena siamo arrivati. Ma abbiamo comunque potuto godere della spettacolarità di questa cittadina murata che non nasconde per niente le sue origini medievali.

    Life is a journey, not a destination !

    #186979
    Adriano
    Moderatore

    Per pranzo raggiungiamo Panzano in Chianti e facciamo aperitivo all’Antica Macelleria Cecchini, poi due passi intorno al centro storico ed infine… finalmente… ci accomodiamo da Solociccia, il ristorante di Dario Cecchini, di fronte alla macelleria.

    Life is a journey, not a destination !

    • Questa risposta è stata modificata 2 mesi fa da Adriano.
    #186980
    Adriano
    Moderatore

    Abbiamo optato per il menù Solociccia

    SOLOCICCIA

    e ne siamo usciti un po’ di traverso… 😅

    Dopo pranzo… il che significa verso le 17:00… abbiamo fatto visita all’Azienda Agricola Panti Renzo, dove la mia spacciatrice personale di chianti, vin santo e cantucci, ha dato spettacolo con i suoi assaggi, come se non avessimo mangito e bevuto niente e prima che le svaligiassimo la cantina… ha perfino dovuto andare ad imbottigliare l’olio nuovo spremuto il giorno prima 😁

    Ma chi ci ha letteralmente conquistato è stata la muta di cucioli di maremmano che ci ha assalito… una valanga di bianca morbidosità 😍

    Life is a journey, not a destination !

    • Questa risposta è stata modificata 2 mesi fa da Adriano.
    • Questa risposta è stata modificata 2 mesi fa da Adriano.
    #186981
    Adriano
    Moderatore

    Siamo rientrati all’hotel con il buio, Maps ci ha condotto per delle viuzze spettacolari disperse tra le colline, tra gli ulivi ed i vigneti. Da rifare assolutamente, di giorno però, in moto !!!

    Rientrati in hotel ci siamo dati una sistemata, doccia, pisolo… e poi fuori.

    Ovviamente nessuno aveva fame, per cui abbiamo fatto una passeggiata in centro a Poggibonsi, bevuto una birra in un locale tanto decantato sulle recensioni di Google

    https://taverna-di-arrigo-7.000webhostapp.com/#

    tanto lontano da quanto letto…

    Il locale era spettacolare, al piano terra di un piccolo palazzo nella zona pedonale del paese, si sviluppava in profondità scavato sotto terra. Avrebbe avuto l’ambizione di richiamare l’ambientazione di un’antica locanda medievale e probabilmente in passato l’ha fatto, ma l’attuale gestione è stata al limite dell’imbarazzante…

    L’affaccio sulla strada è una singola vetrata con subito dentro il bancone che arriva fino alla porta di ingresso. Il proprietario era appoggiato al bancone, dal lato degli avventori, ed appoggiato alla porta che si gurdava un qualche video sul telefonino… pensavamo (speravamo!!!) fosse un cliente con le gambe un po’ barcollanti per la troppa birra… ed invece…

    Fernando da uno spintone alla porta, il tipo ci sposta e ci fa “cosa state cercando? qui non si mangia!”… diplomaitco… anche se sulla rete ci sono foto di piatti che fanno venire una fame !!!

    “Tranquillo, beviamo qualcosa e ce ne andiamo” faccio io…

    Entriamo, passiamo la stretta saletta percorsa in lungo dal bancone.

    Sull’ultimo tavolinetto che c’è a sinistra, a ridosso del muro in pietra, c’è una ragazzina (forse la figlia del tipo) che sta mangiando da una vaschetta qualcosa di precotto. Al che è chiaro che qualcosa non torni…

    Passiamo, in destra, in un’altra saletta con mobili che vorrebbero apparire una modernizzazione di antichità fprse un tempo riuscita, su un tavolino ci sono i resti di un aperitivo…

    Andiamo sulla sala successiva, buia, un divano, un paio di poltrone ed una panca a muro. Intima, ci fermiamo qui.

    Delle ottime birre decantate in rete hanno solo una bionda ed una rossa alla spina non ben identificate, altrimenti Ichnusa in bottiglia…

    C0munque il locale sarebbe intrigante, dalla sala in cui siamo noi c’è una scala, scavata nella pietra, che porta sotto terra dove ci sono 3 sale addobbate “alla miedioevo” ma evidentemente in disuso da tempo.

    Peccato, perchè il locale avrebbe una potenzialità molto alta, ma probabilmente è stato realizzato da una precedente gestione, rimasto chiuso da molto (anche l’aria stantia che si respirava all’interno faceva pensare a questo) e l’attuale gestione probabilmente non è all’altezza per poterlo far fruttare.

    Noi passiamo comunque una serata di risate, parliamo del futuro, anche e soprattutto del forum. In programma ci sono già i prossimi due raduni… ma un po’ di solletico di portare il gruppo da queste parti ci esalta… anche se non si trattasse di un vero e proprioraduno, ma di un meno pretenzioso “giro” estivo.

    Poi rientriamo in hotel, passeggiando ancora per il centro già addobbato per Natale.

    Life is a journey, not a destination !

    #186982
    Adriano
    Moderatore

    La mattina seguente facciamo colazione con quella flemma che già conosciamo nei nostri raduni.

    Non si ha voglia di partire, per cui i gesti sono lenti, i sorrisi ancora più desiderati.

    Facciamo tutti i bis, pur di rimanere ancora li seduti insieme.

    Poi niente… tocca fare le valige, caricare le auto ed abbracciarci, stringere quelle mani che vedi una sola volta all’anno, per fortuna stavolta… almeno per noi… si sono strette ancora. Ma tutto questo ha solo fatto salire la scimmia di riabbracciarvi tutti! Prima possibile !!!

    Un ultimo saluto e via…

    Fernando e Valeria verso sud. Io, la Cate, Marvil ed Enza verso Firenze!

    Marco ha prenotato un hotel in centro, per cui l’idea era quella di accompagnarli, parcheggiare in hotel, farci due passi al duomo, in Piazza della Signoria e sul Ponte Vecchio, mangiare un boccone insieme e poi rientrare in autostrada.

    Piani stravolti… ovviamente…

    Una volta arrivati a Firenze scopriamo che quella mattina si svolge la maratona di Firenze!!!

    Centro chiuso, traffico da manicomio (più del solito!!!)… dopo averci comunque provato ad entrare in centro, blindato dai vigili, facciamo scendere Marco ed Enza… dobbiamo a stramalincuore salutarci, loro proseguiranno a piedi (una mezz’oretta dall’hotel) e noi rientreremo a casa, senza prendere l’autostrada, per lo meno non da Firenze.

    Noi andiamo verso la Romagna, passando per il Passo del Muraglione

     

    Life is a journey, not a destination !

    #186983
    Adriano
    Moderatore

    Tappa al bar per poi giù verso nord.

    Facciamo tappa a Bocconi, in provincia di Forlì-Cesena, alla Trattoria La Beccona

    https://www.google.com/maps/place/Trattoria+La+Beccona/@44.0074729,11.7419799,17.58z/data=!4m12!1m6!3m5!1s0x132b6c8e46b2191f:0xe70ef7ec7ea893ab!2sTrattoria+La+Beccona!8m2!3d44.0083637!4d11.7438115!3m4!1s0x132b6c8e46b2191f:0xe70ef7ec7ea893ab!8m2!3d44.0083637!4d11.7438115

    vista l’ora tarda per questi luoghi remoti (l’una e mezza) temevamo di non trovare altri posti aperti.

    Entrare in questa trattoria è stato come essere catapultati a cavallo tra gli anni ’60 ed i ’70. Il tempo qui si è fermato… lo testimoniamo la struttura, i mobili, le suppellettili ma soprattutto i piatti… il posto è super alla mano, i piatti super abbondanti e la conduzione è familiare, almeno tre generazioni tra sala e cucina. Di sicuro è la nonna a cucinare… e si vede e si assapora!

    Tagliatelle col ragù di cervo per me, straccetti di manzo con i porcini per la cate, fagioli e patate al forno di contorno. Tutto squisito!

    1 Litro d’Acqua, 1/4 di rosso, una birra rossa media, 2 amari… 48,00 euro.

    Da tornarci !!!

    Life is a journey, not a destination !

    #186984
    Adriano
    Moderatore

    Per il ritorno raggiungiamo Forlì e da qui saliamo in autostrada, fino a Bologna poi prendiamo per Padova e poi usciamo a Mirano, casa…

    E’ buio da un po’, svuotiamo gli zainetti (siamo partiti leggerissimi di bagaglio) mettiamo in ordine vino, olio, sughi vari presi in Toscana… e poi a nanna… stanchi ma con un sorrisone stampato così 😬😬😬

    Life is a journey, not a destination !

    • Questa risposta è stata modificata 2 mesi fa da Adriano.
    #186990
    fernando
    Moderatore

    Bisognerebbe riuscire a vederci tutti più spesso…. per fortuna nel giro di poche settimane ho avuto modo di passare del tempo con Sergione, con Rudy e Saida, con Michele e famiglia ed ora con Marvil ed Adriano con relative compagne…..

    Il weekend è stato un susseguirsi di risate e mangiate e bevute. Un mini raduno senza moto ma con lo spirito di sempre! GRAZIE! 😂😂😂

    #186991
    rosso65
    Moderatore

    Bravi……ho visto le foto su facebook , 👍 grandi.

    Il motociclista non si perde mai........trova solo la strada più bella

Stai visualizzando 13 post - dal 1 a 13 (di 13 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.