LIBRI

  • Il topic è vuoto.
Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 24 totali)
  • Autore
    Post
  • #4873
    AvatarAnonymous
    Membro

    La nostra amata Bulldog è al centro delle nostre attenzioni, si vorrebbero aggiungere altre moto nei nostri garage, abbiamo parlato (e se ne parla sempre con immensa gioia) di musica, delle colonne sonore della nostra vita e della gioventù, abbiamo citato le riviste che preferiamo, perchè non parliamo anche di libri? L’ultimo, appena posato nello scaffale della libreria, quello che ci ha emozionato di più, la delusione, il capolavoro, un genere piuttosto di un altro.

    Ho appena concluso un giallo di Simenon, ma va ricordato anche per opere stupende che non hanno per protagonista Maigret e non sono neppure gialli.
    Ma leggo un po’ di tutto:
    Camilleri, Chatwin, Manfredi, kathy Reichs, Ken Follett, Salinger, Singer, Henry Roth, Pennac
    La delusione più grande l’ho avuta leggendo ‘Moby Dick’ di Melville e ‘Lo zen e l’arte della manutenzione della motocicletta’ di Pirsig (pallosissimo e adesso so di scatenare le ire)
    Le emozioni più intense le ho avute da Tiziano Terzani

    #29178
    AvatarAnonymous
    Membro

    continuo io…
    Leggo poco ma volentieri. Quando acquisto un libro mi butto quasi sempre su racconti di FATTI vissuti in prima persona durante II WW. Lo faccio per cercare in minima parte di comprendere ciò che l’uomo è stato capace di fare e di non fare durante quel periodo (e la cosa deprimente è che ancora oggi non mi do una risposta che possa valere).
    Elie Wiesel, Jorge Semprùn, Paul Carell sono i Sigg. con i quali ho avuto a che fare ultimamente….i testi (specialmente quelli di Wiesel) semplicemente shockanti.
    Leggo anche romanzi, ambientati per lo più nello stesso periodo o nel dopoguerra, oppure fantascientifici. Molto belli e coinvolgenti quelli di Philip K. Dick: vedi rapporto di minoranza, impostore, modello due. Tra le altre cose tutti divenuti film più o meno famosi negli anni…
    I più divertenti che abbia mai letto?…penso Giobbe Covatta…fate voi a scelta: Pancreas: trapianto del libro cuore, Dio li fà e poi l’accoppa, Sesso? Fai date…ecc…

    Un mio problema: i testi che leggo non mi restano in mente per più di un paio di mesi e per questo motivo ogni tanto li rispolvero VOLENTIERI e magari noto qualcosa che alla prima lettura non avevo notato.

    #29179
    Avatarfabrizio
    Partecipante

    Bello post…..
    La prima cosa che ho fatto quando ho finito di leggere è stato girarmi verso il comodino….. Sono in camera e sto guardando Annozero (uno dei pochi momenti di tv per me durante la settimana). Sul mio comodino al momento trovo:
    Dalai Lama-Il senso dell’esistenza (sono sempre stato interessato al Dalai Lama)
    Wilbur Smith-Gli angeli piangono (lettura di relax)
    Yogesh Chadha-Ghandi (amo sapere come funzionano le religioni prima di commentare)
    Coldiretti-Sapori Colori odori (mi serve per il mio nuovo progetto)
    Vari settiamanli, mensili e quotidiani.

    Leggo, mi piace e cerco di farlo tutte le sere!!! leggo tanti manuali ad hoc sull’uso di alcuni software e come avete letto piu’ su leggo anche libri un po’ piu impegnati.
    Mi sento di segnalarvi per chi non ha mai letto nulla tutti i libri di Dan Brown, a me sono piaciuti molto!!!

    seguiro’ con altri titoli!!!

    #29180
    AvatarAnonymous
    Membro

    sono in ottima compagnia, volevo aggiungere che mi sono buttato a capofitto su due filoni: uno è la letteratura ebraica (ricca di romanzi unici, un genere particolare che inoltre fa sempre riflettere sulla tragedia dell’Olocausto), l’altro è il Tibet con la sua tragedia inflitta dai cinesi, e ho imparato a conscere sua santità il Dalai Lama, e i paesaggi sconfinati. Meraviglioso il ‘Cacciatore di aquiloni’ (tanto per rimanre in tema di soppressioni). Siamo quindi accomunati, ho notato, dalla passione per le tragedie umane, da dove nascono e sapere il perchè l’imbecillità umana è arrivata a tanto. Fabrizio se ti ha appassionato Dan Brown prova a leggerti ‘Ossario’ di Kathie Reichs. 😉
    Perchè su questo romanzo (latrettanto dissacrante) la chiesa non ha detto nulla? Allora su Dan Brown c’è stato un enorme battage pubblicitario ben orchestato?

    #29181
    Avatarn7ppo
    Membro

    Vista il mio nuovo domicilio al momento mi sto immergendo in tutto quello che mi può far capire meglio perchè l’Inghilterra è quello che è… a partire dall’illuminante “Watching The English”, vera e propria bibbia del comportamento britannico, alle citazioni di Winston Churchill.

    Prima di quello avevo letto “Devil May Care”, l’ultimo romanzo con protagonista James Bond 007, e “Into The Wild” da cui è stato tratto l’omonimo film… giovanotto di famiglia borghese che lascia i suoi risparimi in beneficienza, taglia documenti e carte di credto e si lascia alle spalle il mondo civilizzato, esplorando in solitaria l’Alaska sotto lo pseoudonimo di Alexander Supertramp.

    Bravo Gigi, bell’argomento! 😀

    #29182
    Avatarfabiettobt
    Partecipante

    leggo di tutto, dal più leggero al mattone.
    Ora sto leggendo La solitudine dei numeri primi.
    Daccordissimo con Fabrizio su Dan Brown, scorrono bene, li ho bruciati tutti (Angeli e demoni il mio preferito).
    Per il resto preferisco libri che parlano dei grandi uomini del nostro secolo (voglio leggere qualcosa su Giovanni Paolo II e Madre Teresa) e le inchieste sugli anni bui del nostro paese (politica, mafia, inciucci vari). 😉

    #29183
    Avatartiz
    Partecipante

    I classici Disney , Topolino … nei pochi anni che sono andato a squola :mrgreen: mi sono fatto un mazzo non indifferente sui libri ed adesso mi risulta difficilissimo passarci sopra anche solo pochi minuti 🙄 🙄 😉

    #29184
    AvatarAnonymous
    Membro

    Io adoro leggere ma purtroppo ho pochissimo tempo (giusto prima di dormire) e non sono particolarmente informato sugli autori in genere per cui tendo a diventare “mono-autore” nel senso che letto un libro che mi piace finisco per leggere libri scritti dallo stesso.

    Tempo fa mi ero appassionato ad E.A.Poe (credo di aver letto tutto),poi Lovecraft,a seguire Kafka poi mi sono dato a cosette più leggere tipo Stephen King,John Grisham (che apprezzo particolarmente).Mi hanno regalato anche un libro di Fabio Volo 😯 (niente di che,ma pensavo veramente molto peggio) e ho appena terminato una raccolta di racconti noir di autori italiani che non mi sono piaciuti più di tanto…
    …poi altre cose che non ricordo,ma dovrei guardare nella libreria a casa…

    #29185
    AvatarOrchetto
    Partecipante

    Complimenti Red per l’argomento! 😉
    Come voi leggo di tutto dal quotidiano al romanzo alle riviste ecc…
    Attualmente sul mio comodino ci sono due libri; uno è “Pretacci” di Candido Cannavò l’altro è “Mucchio d’ossa” di Stephen Kig, ma il mi preferito (come Fabietto) è Angeli e demoni 😉 .
    Prediligo il genere horror con fantasmi e situazioni “non chiare” di fantasia e non… 😯 poi magari per delle settimane non riesco ad alzarmi da solo nel cuore della notte perchè ho paura 😳 , però mi affascina l’occulto.
    Camilleri mi piace tantissimo, anche se spesso devo farmi tradurre delle parole o frasi intere 😕 , il lato positivo è che alla fine conosco quasi il Siciliano… :mrgreen:
    Ma i miei preferiti sono: “Il vecchio e la candela” ed “Il costruttore di castelli” di Angelo Passoni… ancora da finire 🙄 (credo non riuscirò mai a farlo 🙁 )
    Ciao!!! 😀

    #29186
    Avatarfabiettobt
    Partecipante

    mucchio d’ossa ho provato a leggerlo anche io ma dato che non mi prendeva e l’ho piantato li 😐

    #29187
    AvatarOrchetto
    Partecipante

    @fabiettobt wrote:

    mucchio d’ossa ho provato a leggerlo anche io ma dato che non mi prendeva e l’ho piantato li 😐

    … è verissimo! Sono arrivato a circa metà libro e ancora deve scattare qualcosa di decisivo!!! Dopo il brivido provato da quando si accorge della presenza del fantasma di sua moglie Johanna si è praticamente fossilizzato 👿 , però non mollo, ormai sono curioso!! 😉
    “Mucchio d’ossa è stato il primo libro di King a ricevere dai critici un’analisi letteraria profonda che va al di là di quella del genere horror”.
    Se però finisce come i soliti… non leggerò più nulla di lui!
    Ciaooooo 😀

    #29188
    AvatarAnonymous
    Membro

    @red dog wrote:

    sono in ottima compagnia…
    …l’altro è il Tibet con la sua tragedia inflitta dai cinesi…

    quoto, in questi giorni pensavo di documentarmi. A tal proposito se hai dei testi da consigliare…sono ben accetti 😉

    #29189
    Avatarfabiettobt
    Partecipante

    @swilo81 wrote:

    @red dog wrote:

    sono in ottima compagnia…
    …l’altro è il Tibet con la sua tragedia inflitta dai cinesi…

    quoto, in questi giorni pensavo di documentarmi. A tal proposito se hai dei testi da consigliare…sono ben accetti 😉

    Si … perché adesso vuoi farci credere che sai pure leggere ….. :mrgreen:

    #29190
    Avatarrosso65
    Moderatore

    Leggo molto perchè mi piace essere informato e non romanzi o altro genere mi annoiano, punto più su libri del genere commerciali perchè mi piace sapere.

    Il motociclista non si perde mai........trova solo la strada più bella

    #29191
    AvatarAnonymous
    Membro

    @swilo81 wrote:

    @red dog wrote:

    sono in ottima compagnia…
    …l’altro è il Tibet con la sua tragedia inflitta dai cinesi…

    quoto, in questi giorni pensavo di documentarmi. A tal proposito se hai dei testi da consigliare…sono ben accetti 😉

    Vernetto Silvia

    edizioni Lindau

    PAGINE: pp. 304
    ILLUSTRAZIONI: N° 33 col. f.t.
    PREZZO: euro 21,00
    ISBN: 978-88-7180-744-7

    altro buon libro per capire il Tibet è pure di Heinrich Harrer
    per capire come era prima del massacro. Il film di Annaud con Brad Pitt è solo carino, belle fotografie (ma non di quei posti perchè hanno vietato le riprese) risulta una ribina leggera a confronto del libro

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 24 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.