Secondo giretto in montagna, primo con la zavorrina !

Home Forum …::REPORT::… Secondo giretto in montagna, primo con la zavorrina !

  • Il topic è vuoto.
Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 17 totali)
  • Autore
    Post
  • #6329
    AdrianoAdriano
    Partecipante

    Partito di buon ora (8:30… sono un ghiro-forme… :mrgreen: ) con zavorrina al seguito, imbocco la tangenziale di mestre e poi l’ A27 Venezia-Belluno. Preferisco uscire a Vittorio Veneto Nord, così ho l’ occasione di fare un pezzo di strada che non facevp da almeno 15 anni: il Fadalto! Era un tratto obbligatorio che, prima della costruzione del viadotto autostradale, bisognava percorrere per raggiungere qualsiasi località montana del nord della provicia di Belluno. Portavo il ricordo di adrenalina mista a terrrore di quando mio padre “scalava” a fatica il Fadalto (con la printz prima, con l’ R5 poi…) con i camion rimorchio appiccicati al sedere che spingevano…
    Nel ricordo di quei tornanti infernali comincio la salita e… con mia disarmante sorpresa mi rendo conto che più che di tornanti si trattano di curve in salita… ergo: le auto dell’ epoca erano vere bagnarole ed i rigord i di bambino vanno sempre presi per quello che erano…

    Comunque, faccio tappa in un bar sul lago di S. Croce dove un tempo tutti i turisti di passaggio erano obbligati a fermarsi (era l’ unico…) dopo la “scalata” del Fadalto. Lo ricordavo come un locale quasi di lusso, con un bazar “da turisti” spettacolare. Oggi invece è in piena decadenza (il viadotto ha dirottato il traffico, ed ovviamente gli affari…), ma è sede del Fadalto Moto Club, ed il pizzale è infatti pieno di moto. Ci infilo la cucciola e facciamo colazione. La vista del lago è quella che mi ricordavo, acqua “blu”, i surfisti devono ancora farsi vedere però… la foschia che tarda a dileguarsi preannuncia una giornata torrida… allora ci togliano l’ anti-vento e ripartiamo: Belluno – Longarone – Forno di Zoldo. Ci fermiamo al Bar Centrale per prendere fiato, la salita non è per niente impegnativa, ma scopro che la mia zavorrina soffre anche di mal di moto…
    Riposati (aono 130 km fin’ ora…) dirigiamo verso Pecol, proseguiamo per Palafavera. Porca miseria… la strada si fa tortuosa e “tira” davvero, dopo Palafavera i tornanti sono stretti ed abbastanza impegnativi, essendo la prima volta in assoluto che li faccio, non solo in moto… avverto tutto il peso della bull e della zavorrina, ma tutto sommato sono sorpreso perchè li passiamo agevolmente (anche se tra un tornante e l’ altro mi sorpassano delle specie di missili terra-terra…). Arriviamo a Passo Staulanza, quora 1600 metri, e decidiamo di fermarci per pranzo all’ omonimo rifugio ( http://www.staulanza.it ), ci sono molte moto parcheggiate e quindi decidiamo possa essere il posto ideale 🙂
    Prendiamo posto in terrazza: la vista è mozza-fiato, a destra abbiamo il Monte Civetta mentre alla sinistra (ci siamo proprio sotto) il Monte Pelmo, o come lo chiamano qui “El caregon del Padreterno”.
    Pranziamo in compagnia del mio socio più anziano, che per puro caso era di passaggio con la sua compagna e si è fermato qui, sempre per puro caso, a mangiare…
    Decidiamo di riprendere la via di casa a ritroso, la stanchezza comincia a farsi sentire e vogliamo evitare i leggendari rientri in coda dalle valli bellunesi. Arrivati all’ altezza del lago di S. Croce l’ aria comincia a farsi irrespirabile dal caldo… il vento è “bollente”… nemmeno in auto strada trovo sollivo, anzi comincio a perdere l’ attenzione per l’ eccessivo colore e, soprattutto per il rumore insopportabile che l’ aria genera nel mio casco…

    Mi avevano detto che l’ Arai Chaser era silenziosissimo!!! Balle…

    Facciamo tappa in autogrill a Treviso, e trovo un gruppo di bikers che, all’ ombra dell’ unico albero del piazzale, si stanno spogliano fino a rimanere in mutande, uno di loro esce dal bar con delle bottiglie di acqua fredda, le aprono e se le svuotano sulla testa… sono presi peggio di noi!
    Re-idratati, ci rimettiamo in strada ma… tra il BT e l’ asfalto semi-liquefatto credo che i 40 gradi li abbiamo superati di slancio!

    Fino a cas è quasi un supplizio… solo la doccia ed il clima a palla mi fanno riprendere, in serata si scatena a sorpresa un monsone tropicale che porta refrigerio e prendo sonno sul divano distrutto…

    stamane traggo le somme di questa mia prima esperienza esperienza, dopo 307 km percorsi:

    – odio andare in autostrada, il rumore che genera il mio casco sopra i 90 km/h è da lesioni all’ udito dopo tragitti medio-lunghi… sono obbligato a tenere un’ andatura troppo bassa… mi viene un’ idea, sono troppo ridicolo se uso dei tappi per le orecchie nei trasferimenti autostradali? Altrimenti arrivo che sono sordo, urlo perchè non mi sento e la sera ho un mal di testa della mado**a…

    – l’ autonomia della bull non è il massimo, ho dovuto fare 3 volte benzina (ho fatto 10 euro per volta…)

    – pensavo che fosse più faticoso fare montagna in 2 sulla bull, aver investito l’ ultimo anno in palestra è stata una buona idea 😉

    – labull non perdeva un colpo sopra i 1500 metri (come qualcuno qui si è lamentato), ma ho riscontrato una tremenda fatica ad andare in moto quando dovevo ripartire dopo pranzo a 1600 metri, e dopo l’ accensione il BT girava con un minimo tra i 900-1000 giri e dovevo tenerlo accelerato per evitare lo spegnimento… questo è stato l’ aspetto più fastidioso della giornata !!!!! Urge la soluzione della batteria proprio per questi casi…

    Life is a journey, not a destination !

    #51403
    AdrianoAdriano
    Partecipante

    Non ho fatto gran foto purtroppo, siamo praticamente stati sempre in sella, ho fatto solo qualche scatto seduto a tavola…

    Life is a journey, not a destination !

    #51404
    Diegone80
    Partecipante

    Bello il paesaggio montano, ma soprattutto la faccia di quel dolcetto… 😆

    #51405
    rosso65rosso65
    Moderatore

    @Diegone80 wrote:

    Bello il paesaggio montano, ma soprattutto la faccia di quel dolcetto… 😆

    Panna cotta con frutti di bosco.
    Ottimo il posto.

    Il motociclista non si perde mai........trova solo la strada più bella

    #51406
    Diegone80
    Partecipante

    @rosso65 wrote:

    @Diegone80 wrote:

    Bello il paesaggio montano, ma soprattutto la faccia di quel dolcetto… 😆

    Panna cotta con frutti di bosco.
    Ottimo il posto.

    Per girarci o il posto in cui si mangia? 😆

    #51407
    Anonymous
    Membro

    gran bel giro davvero,

    quei posti meritano, mi piace molto girarli in moto, è una vera goduria e poi con il trottare della bull ci si gode ancor meglio il giro :mrgreen:

    strano il fattore rumore del casco, di solito arai è silenziosa, io ho uno shoei raid 2 e non noto problemi particolari anche se ammetto che non faccio praticamente mai autostrada, però ai 110 mi sembra ottimo!

    mi disp per la tua zavorrina, soffrire la moto non è cosa da tutti i giorni, forse si tratta di stress causato magari dalla paura di cadere, il problema è che poi se sai che lei non sta bene non ti godi nemmeno tu il viaggio, comprendo :mrgreen:

    #51408
    rosso65rosso65
    Moderatore

    @Diegone80 wrote:

    @rosso65 wrote:

    @Diegone80 wrote:

    Bello il paesaggio montano, ma soprattutto la faccia di quel dolcetto… 😆

    Panna cotta con frutti di bosco.
    Ottimo il posto.

    Per girarci o il posto in cui si mangia? 😆

    :mrgreen: :mrgreen: tutti e due.

    Il motociclista non si perde mai........trova solo la strada più bella

    #51409
    AdrianoAdriano
    Partecipante

    @enrico wrote:

    gran bel giro davvero,

    quei posti meritano, mi piace molto girarli in moto, è una vera goduria e poi con il trottare della bull ci si gode ancor meglio il giro :mrgreen:

    strano il fattore rumore del casco, di solito arai è silenziosa, io ho uno shoei raid 2 e non noto problemi particolari anche se ammetto che non faccio praticamente mai autostrada, però ai 110 mi sembra ottimo!

    mi disp per la tua zavorrina, soffrire la moto non è cosa da tutti i giorni, forse si tratta di stress causato magari dalla paura di cadere, il problema è che poi se sai che lei non sta bene non ti godi nemmeno tu il viaggio, comprendo :mrgreen:

    il BT sembra fatto apposta per queste montagne!

    a 110 il rumore dell’ aria è insopportabile! O meglio, lo è per me che le orecchie le considero lo strumento più prezioso che ho…
    devo fare qualcosa!

    la mia zavorrina… soffre il mal d’ auto, di bici, di altalena… non è la paura, è solo distratta e si dimentica di guardare la strada e si mette a fissare il mio caso… 😯

    Life is a journey, not a destination !

    #51410
    diegone
    Partecipante

    Complimenti per la tua precisione nei reportage! :gr
    Certo pero’ che hai scelto una delle peggiori giornate per uscire con la tua zavorrina!! Non e’ piacevole andarsene fino a Salzano con le temperature di questi giorni!!
    Comunque insisti e vedrai che gli piacera’(o almeno te lo auguro, altrimenti sono c@@zzi!!)
    Per quel che riguarda l’ autonomia della Bulldog arrivi senza problemi a 250 Km. pero’ per farli dovresti fare il pieno!! ::sr
    Divertiti!!!

    #51411
    mauri70
    Partecipante

    @Adriano wrote:

    @enrico wrote:

    gran bel giro davvero,

    quei posti meritano, mi piace molto girarli in moto, è una vera goduria e poi con il trottare della bull ci si gode ancor meglio il giro :mrgreen:

    strano il fattore rumore del casco, di solito arai è silenziosa, io ho uno shoei raid 2 e non noto problemi particolari anche se ammetto che non faccio praticamente mai autostrada, però ai 110 mi sembra ottimo!

    mi disp per la tua zavorrina, soffrire la moto non è cosa da tutti i giorni, forse si tratta di stress causato magari dalla paura di cadere, il problema è che poi se sai che lei non sta bene non ti godi nemmeno tu il viaggio, comprendo :mrgreen:

    il BT sembra fatto apposta per queste montagne!

    a 110 il rumore dell’ aria è insopportabile! O meglio, lo è per me che le orecchie le considero lo strumento più prezioso che ho…
    devo fare qualcosa!

    la mia zavorrina… soffre il mal d’ auto, di bici, di altalena… non è la paura, è solo distratta e si dimentica di guardare la strada e si mette a fissare il mio caso… 😯

    se ti interessa, su IN SELLA di questo mese c’è un bel servizio sui caschi… e ci sono anche delle belle “sorprese” sui migliori…

    #51412
    AdrianoAdriano
    Partecipante

    @diegone wrote:

    Complimenti per la tua precisione nei reportage! :gr
    Certo pero’ che hai scelto una delle peggiori giornate per uscire con la tua zavorrina!! Non e’ piacevole andarsene fino a Salzano con le temperature di questi giorni!!
    Comunque insisti e vedrai che gli piacera’(o almeno te lo auguro, altrimenti sono c@@zzi!!)
    Per quel che riguarda l’ autonomia della Bulldog arrivi senza problemi a 250 Km. pero’ per farli dovresti fare il pieno!! ::sr
    Divertiti!!!

    Pensare che dopo mezz’ oretta che sono arrivato a casa si è scatenato il monsone tropicale che ha fatto sospendere anche l’ Heineken Jamin Festifal… sono contento della calura che mi son beccato, se capitavo in mezzo a quella tromba d’ aria (è capitato ad un mio cliente sulla jesolana…) non so come ne sarei uscito… 😯

    Comunque stai tranquillo, la mia zavorrina è più innamorata di me della bull… se fosse per lei ne prenderebbe una anche per se! Si era semplicemente rilassata, e per un po’ si è “dimenticata” di guardare la strada…

    Lo so che fa 250 km, ma rifornendo al self service ho sempre paura che 15 euro non ci stiano… il primo pieno che le ho fatto ero appunto al self (avevo fatto una ventina di km in riserva), metto 20 euro “tanto vuoi che non ci stiano ?”, la pompa si blocca a 14,63… salgo in sella, raddrizzo la moto e riempio fino all’ orlo arrotondando a 15 euro… ed il giorno dopo torno con lo scontrino e da “mona” mi faccio rendere il resto dal gestore…

    Life is a journey, not a destination !

    #51413
    AdrianoAdriano
    Partecipante

    @diegone wrote:

    Complimenti per la tua precisione nei reportage! :gr

    Ah… comunque grazie! Penso che possa interessare a qualcuno verificare il percorso che si fa, con google maps lo si fa velocissimamente, può essere di ispirazione e magari si va sul sicuro. E poi… mi piace cercare di mettere giù anche le emozioni che ho provato, in fondo per me sono tutte nuove! ::beer

    Life is a journey, not a destination !

    #51414
    AdrianoAdriano
    Partecipante

    @rosso65 wrote:

    @Diegone80 wrote:

    Bello il paesaggio montano, ma soprattutto la faccia di quel dolcetto… 😆

    Panna cotta con frutti di bosco.
    Ottimo il posto.

    Non immaginate la goduria nel mangiarlo… purtroppo la fame era talmente tanta che mi sono ricordato di scattare la foto al pranzo che il “piatto della casa” era già finito… si trattava di: pastin (una specie di salsiccia fatta con carne macinata fresca e spezie della sona), polenta, funghi e formaggio alla piastra (assomigliava molto alla “tosela” trentina, ma non lo era…). Anche la prima caraffa di rosso è “evaporata” in un millesimo di secondo 😯

    Il posto merita, soprattutto per le escursioni… l’ unica cosa che non mi è piaciuta è la quantità impressionante di BMW-isti che ho incontrato per strada, che ormai ho definito “massa informe di teste di ca**o”, in quanto sembra che la strada sia solamente loro “tu pezzente togliti di mezzo, non salutarmi anzi vai a quel paese” ! Da queste parti sembra che questa razza di motociclisti si sia riprodotta senza controllo…

    Life is a journey, not a destination !

    #51415
    Anonymous
    Membro

    @Adriano wrote:

    Non immaginate la goduria nel mangiarlo… purtroppo la fame era talmente tanta che mi sono ricordato di scattare la foto al pranzo che il “piatto della casa” era già finito… si trattava di: pastin (una specie di salsiccia fatta con carne macinata fresca e spezie della sona), polenta, funghi e formaggio alla piastra (assomigliava molto alla “tosela” trentina, ma non lo era…). Anche la prima caraffa di rosso è “evaporata” in un millesimo di secondo 😯

    Il posto merita, soprattutto per le escursioni… l’ unica cosa che non mi è piaciuta è la quantità impressionante di BMW-isti che ho incontrato per strada, che ormai ho definito “massa informe di teste di ca**o”, in quanto sembra che la strada sia solamente loro “tu pezzente togliti di mezzo, non salutarmi anzi vai a quel paese” ! Da queste parti sembra che questa razza di motociclisti si sia riprodotta senza controllo…

    Certo sono proprio bei posti, devo ancora affrontarli con la Bull, ma prima o dopo un giretto capiterà…
    Se ti ricapita di passare sul Fadalto stai attento alla velocità di solito si piazzano su di sopra, prima del Lago di S. Croce, già trovato 4 pattuglie 2 a dx e 2 a sx che fermavano tutte le moto indistintamente…
    Concordo con te che i Bmwisti qui da noi non ti salutano neanche anzi dovresti fermarti e farli passare, e ultimamente ne vedo una strage…

    #51416
    reddrum
    Partecipante

    Mi pare strano per il casco, io ho un Arai Condor e devo dire che il rumore dell’aria lo trovo sopportabile anche ai 160, ovviamente con visiera chiusa. Magari prova a chiudere anche tutte le bocchette…..

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 17 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.